venerdì 30 luglio 2010

Il libro del venerdì


Ciao a tutti è venerdì mattina e sono già qua a parlarvi del libro che ho scelto per oggi ... incredibile, ma Federico ha deciso di andare a togliere le patate con il nonno e così io mi ritrovo con un momento di tranquillità e ne approfitto per scrivere il post del venerdì!!!

Il libro di oggi è "Quello che mi spetta" di Parinoush Saniee, una donna nata a Teheran che oggi è una delle intellettuali iraniane più conosciute in Medio Oriente e una scrittrice di grande successo. Questo suo libro che è anche il suo primo libro è stato bandito e censurato dal governo, ma oggi p il libro più venduto in Iran!!!

E' un libro bellissimo letto tutto d'un fiato per non perdere niente e nemmeno un attimo della vita di questa donna iraniana prigioniera della tradizione ... anche amare è peccato ... dove puoi cogliere la forza delle donne che nonostante le mille difficoltà hanno sempre la forza di rinascere e di andare avanti ...


Dal libro:
"Mi stupivo sempre del comportamento della mia amica Parvaneh. Non pensava proprio all'onore di suo padre: per strada parlava ad alta voce e si fermava a guardare le vetrine dei negozi additandomi ciò che aveva attirato la sua attenzione. Continuavo a dirle che era sconveniente, ma lei mi ignorava. Una volta mi chiamò addirittura dall'altra parte della strada, urlando il mio nome e facendomi morire di vergogna. Per fortuna nessuno dei miei fratelli era nei paraggi, altrimenti Dio solo sa cosa sarebbe potuto succedere ..."

Donna
Nel tuo esserci l'incanto dell'essere,
la vita, tua storia,
segnata dal desiderio d'essere
semplicemente donna!
nel tuo corpo ti porti,
come nessun altro,
il segreto della vita!
Nella tua storia,
la macchia dell'indifferenza,
della discriminazione, dell'oppressione ...
in te l'amore più bello,
la bellezza più trasparente,
l'affetto più puro
che mi fa uomo!

Con questa poesia di Eliomar Ribeiro de Souza, poeta brasiliano, auguro a tutti uno splendido venerdì ... un abbraccio Patrizia


Gli altri libri del venerdì:

lunedì 26 luglio 2010

Damina tralala


Ciao a tutti ... è da alcuni giorni che ho finito la damina tralala dei dolci, ma solo questa sera mi sono decisa a mostrarvela ... come sempre ho sbagliato il colore della stoffa di fondo!!!
Nei dolci e nella damina c'è parecchio bianco che ricamato su una stoffa bianca ... non si vede!!!
Ma è un problema mio: sono troppo tradizionalista con i colori delle stoffe ... bianco o al massimo un leggero ecru ... poi in giro tra i vari blog vedo dei colori bellissimi anche di stoffe bianche tinte con le tisane ... devo proprio provarci!!!



La mia damina dei dolci ho voluto fotografarla anche vicino al vasetto di fiori che ha voluto comprarmi il mio piccolo Federico ... alcuni giorni fa è andato dalla fiorista con la nonna e la zia e prima di uscire si è fatto comprare, per la sua mamma, un fiore giallo perchè è il suo colore preferito ... troppo tenero il mio cucciolo!!!

Per questa sera è tutto, a prestissimo e buona settimana Patrizia

venerdì 23 luglio 2010

Il libro del venerdì


Ciao a tutti eccomi qua con il libro di questo venerdì!!!
Accidenti questa settimana sono stata proprio assente e pensare che non sono ancora in vacanza ... anzi in vacanza lo sono, ma sono ancora a casa!!! Non ho avuto tempo di scrivere nemmeno un post perchè nel pomeriggio restiamo tutto il tempo nel cortile a cercare il fresco e quando non lo troviamo facciamo un tuffo in piscina e alla sera ho altre mille cose da fare ... tra cui anche finire il libro di cui vi voglio parlare questa settimana ... Il libro è "Mondo senza fine" di Ken Follett ... un libro molto corposo ... 1350 pagine da leggere tutte di corsa per arrivare alla fine ... perchè il mondo è senza fine, ma il libro un finale l'ha ed io quando entro in un libro, quando un libro mi prende devo arrivare alla fine!!!




Questo libro l'avevo acquistato alcuni anni fa, infatti è stato stampato nel 2007, perchè avevo letto "I pilastri della terra" e mi era piaciuto molto e questo è il seguito ambientato due secoli dopo e volevo leggerlo, ma non ho mai avuto il "coraggio" di iniziarlo, poi prima di partire per la Sardegna la grande decisione: lo inizio!!!
Non dico che l'ho letto in una settimana, ma alla fine ho divorato le pagine e ho gioito e pianto con i protagonisti ... bello, una bellissima storia d'amore tra due dei quattro protagonisti, ma non solo perchè è anche una sfida al potere della chiesa, ambientata nel 1300 nel priorato di Kingsbridge.

"E' il 1327. Il giorno di Ognissanti, quattro bambini si allontanano di nascosto dal priorato ... Il gruppo ... assiste per caso nella foresta all'uccisione di due uomini.
Da allora le vite di questi ragazzi saranno indissolubilmente legate tra loro e, una volta adulti, conosceranno amore, avidità, ambizione e vendetta. Vivranno momenti di prosperità e carestia, malattia e guerra. Dovranno fronteggiare la più terribile epidemia di tutti i tempi: la peste."

Gli altri libri del venerdì


Ciao a tutti e a prestissimo Patrizia

venerdì 16 luglio 2010

Il libro del venerdì


Ciao a tutti.
Prima di farvi vedere il libro che ho scelto per questo venerdì ... accidenti è il giorno giusto!!! vi voglio segnalare un'iniziativa di Erika del blog Bryce's House, scoperta per caso dal blog di Laura. Erika propone di formare un gruppo di lettura per leggere con tranquille scadenze il libro "La timidezza delle rose" andate a dare un'occhiata per iscrivervi, io l'ho appena fatto, avete tempo sino al 29 agosto, anche perchè magari non tutti abbiamo già il libro in casa ... io, ad esempio, devo ancora andare a cercarlo!!!


Ed ora il libro di questo venerdì ... ho pensato di presentarvi un libro di Chiara Balzarotti ... "Creare libri gioco per bambini". E' un libro molto carino che dà tante idee per creare dei libri gioco con i bambini ... all'interno del libro ci sono le istruzioni e i modelli per realizzare il libro come proposto da Chiara, ma poi ognuno può realizzarlo e modificarlo come crede ...
... Alcuni anni fa Chiara era venuta nella mia scuola perchè grazie alla Comunità Montana avevamo potuto partecipare ad un progetto sui fumetti. Chiara aveva coinvolto i bambini di terza, quarta e quinta nella realizzazione di un cuscino con disegnato Topolino. I bambini avevano con i pennarelli disegnato Topolino su di un pezzo di stoffa bianco e poi utilizzando semplicemente la colla a caldo realizzato un cuscino ... l'attività era piaciuta moltissimo ... la serie di questi libri è composta da tre volumi e nel secondo ci sono i modelli e le istruzioni per realizzare un cuscino balena ...




... a scuola l'ho usato per realizzare con i bambini di prima il libro sui cinque sensi ed è piaciuto molto ... devo dire che forse è più adatto con i bambini piccoli, non perchè i lavori siano troppo facili, ma solamente perchè nella scuola dell'infanzia si ha più tempo per dedicarsi alle attività manipolative mentre nella scuola primaria bisogna usare il quaderno e viene dedicata una sola ora alle attività di immagine!!!


Dalla presentazione di Chiara:
"I bambini posseggono un patrimonio che spesso noi adulti invece di stimolare tendiamo ad assopire: la fantasia.
La fantasia è quella cosa che permette ai bambini di far vivere i loro pupazzi, di raccontare storie con protagonisti fantastici, di animare qualsiasi oggetto si trovi nelle loro mani."

Gli altri libri del venerdì:

Ciao a tutti e buon fine settimana Patrizia

giovedì 15 luglio 2010

Sardegna


Ciao a tutti. Eccomi qua ancora con il racconto della nostra settimana in Sardegna ... una settimana vola e se vuoi anche stare un po' al mare a giocare con sabbia e acqua non puoi visitare tantissimo. Noi abbiamo cercato di unire le due cose anche perchè non siamo molto amanti del sole e soprattutto della tintarella così dopo un po' di ore sulla spiaggia ci annoiamo e dobbiamo andare a vedere qualcosa!!!

L'agriturismo, "Il Mirto", dove alloggiavamo, si trova in provincia di Sassari e allora perchè non andare a visitare anche la città ... e così mercoledì mattina, con molta calma perchè siamo in vacanza!!!, partiamo alla scoperta di Sassari. Parcheggiamo e poi a piedi per le vie della città ...




... percorriamo una via che ci porta subito nella piazza principale di Sassari, Piazza d'Italia, un piazza enorme dove mi sarebbe piaciuto prendere un aperitivo ... peccato che c'era un sole pazzesco!!! Gironzoliamo per le vie di Sassari e andiamo a vedere il mercato del pesce ...


... dopo aver gironzolato per le vie della città ritorniamo alla macchina e partiamo alla volta di Capo Caccia un promontorio del comune di Alghero a picco sul mare. Dalla sommità parte una scala che scende sino a livello del mare alla grotta di Nettuno ... evitiamo la discesa perchè poi la salita sotto il sole sarebbe impossibile!!!



Non siamo ancora contenti e dopo una pausa alla spiaggia di Maria Pia vicino al Alghero dove finalmente troviamo l'acqua calda ... o almeno caldina ... decidiamo di andare a fare un giro anche nella città catalana di Alghero famosa per i negozi di corallo rosso e infatti la zona si chiama proprio riviera del corallo. Anche qui gironzoliamo tra le vie della città e ammiriamo la torre aragonese sul lungo mare e la cupola della chiesa di San Michele rivestita di piastrelle colorate.



Per concludere il racconto della nostra settimana in Sardegna vi voglio ancora parlare di Castelsardo perchè mi piace proprio tanto come cittadina da visitare, è bello gironzolare per le vie della parte vecchia della città e vedere sulla porta di casa una signora intenta a realizzare un cestino o un piattino di fibre vegetali intrecciate ...



Per questa sera è tutto ... tanti posti della Sardegna non abbiamo visto e chissà magari l'anno prossimo ci torneremo!!!
Un abbraccio Patrizia

lunedì 12 luglio 2010

Mini album


Ciao a tutti!!!
Finalmente l'ho finito ... che cosa? il mini album per Federico con le foto della festa di fine anno scolastico ... bhe siamo solo a luglio!!! Certo, ma la festa è quella dello scorso anno!!!
Avevo già realizzato il mini album per Francesca, ma non mi sembrava giusto che Federico non avesse il suo ricordo e così alla fine sono riuscita a completarlo ed eccolo qua ...



... come per l'altro ho seguito le istruzione del minialbum ad esplosione che avevano proposto lo scorso anno le ragazze di Scraptutorial, a differenza di quello di Francesca ho usato dei fogli di carta con disegnato un aereo, naturalmente scelti da Federico!!!, ...


... naturalmente non sono riuscita a farlo uguale anche perchè non mi piace fare sempre le stesse cose ... ho usato sempre dei disegni e mi sono ispirata a Nicoletta Costa ... le faccine di Lizzy ... le mie scritte ...


... questo sarà uno dei ricordi di Federico ... una grande amicizia con Francesca ...


Per questa sera è tutto vi saluto e vi auguro ormai una splendida giornata!!!
Patrizia

sabato 10 luglio 2010

Il libro del venerdì


Ciao a tutti e buon sabato!!!
Eccomi qua con il libro di questa settimana, per partecipare all'iniziativa di Paola ho scelto un libro che avevo scoperto per caso sul blog di Mammagiramondo ...ero troppo curiosa di leggerlo e così la scorsa estate l'ho acquistato ... il libro è "Il bambino piatto" ... e si legge in un attimo.



"Quando Stanley si abituò a essere piatto, la cosa iniziò a divertirlo.
Poteva entrare e uscire dalle stanze anche se le porte erano chiuse: gli bastava coricarsi e scivolare sotto la fessura del pavimento."

Gli altri libri del venerdì:

giovedì 8 luglio 2010

Ancora Sardegna


Ciao a tutti!!!
Le giornate sono calde, ma scorrono velocissime tra una lettura nel cortile e un tuffo in piscina ci ritroviamo a sera stanchissimi ... ma eccomi qua a raccontarvi un altra parte della nostra settimana in Sardegna fatta sì di mare, ma anche di scoperte ... domenica mattina siamo partiti alla ricerca del paesino di San Lorenzo, una frazione del comune di Osilo, non lontano dalla costa perchè da un blog, non ricordo più quale!!!, avevo scoperto che era il paese dei mulini e volevano andare a vederli ... abbiamo raggiunto facilmente San Lorenzo, ma trovare i mulini non è stato così facile per fortuna abbiamo chiesto informazioni ad un signore molto gentile che ci ha indicato i proprietari di uno di questi mulini. Questi due signori ci hanno accompagnati nel loro mulino e l'abbiamo potuto visitare, è stato operativo sino a pochi anni fa poi a causa della mancanza di acqua hanno dovuto sospendere il lavoro ... ci hanno raccontato che lungo la valle ci sono tantissimi mulini e il comune di Osilo sta cercando di creare un sentiero per valorizzare la zona.





Girare in macchina fa caldo così decidiamo di andare al mare e andiamo sulla spiaggia di Pazzona nei pressi di Stintino a giocare con la sabbia, l'acqua e le pietrine ...

Questa spiaggia è lunghissima, di solito c'è pochissima gente rispetto alla spiaggia di Stintino, anche se noi la prima volta siamo andati di domenica e quindi c'era parecchia gente, quando siamo tornati nel corso della settimana ... non c'era nessuno!!!


Isola dell'Asinara

Lunedì mattina ci svegliamo molto presto perchè abbiamo prenotato la visita all'isola dell'Asinara che raggiungiamo da Porto Torres con il battello di linea. L'isola dell'Asinara sino al 1999 è rimasta chiusa al pubblico perchè era stato istituito un carcere di massima sicurezza. Nel 2002 diventa parco Nazionale dell'Asinara e si può visitare. Con il battello di linea arriviamo a Cala Reale, dove non ci fermiamo perchè subito dobbiamo salire su un altro battello che ci porterà a Cala d'Oliva dove abbiamo potuto vedere il carcere e le case delle guardie. Lungo il percorso siamo stati accompagnati da Marina una ragazza che per 24 anni ha vissuto sull'isola dell'Asinara perchè suo papà lavora lì e ci ha raccontato che sì vi era un carcere di massima sicurezza, ma i carcerati potevano uscire e svolgere dei lavori sull'isola e poi l'ambiente così ristretto ti portava a diventare amico dei carcerati!!!


In questa foto si vede Cala d'Olivo, le costruzioni sulla collina sono il carcere ...


... il cortile interno del carcere ...


... la scuola all'interno del carcere ...



... i lavatoi ...

... la stanza del barbiere ...


... l'ingresso del carcere ...


Dopo aver visitato il carcere, Marina ci ha accompagnati su una spiaggia dell'Asinara, anche se faceva molto caldo abbiamo camminato su un sentiero sterrato per circa 35 minuti per raggiungere la spiaggia di Cala Sabina perchè ...



... volevamo fare il bagno in un mare spettacolare e soprattutto sdraiarci al sole su una spiaggia rosa!!!



Unico inconveniente è stato il poco tempo a nostra disposizione per restare ancora sulla spiaggia rosa, ma per rientrare a Porto Torres dovevamo prendere il battello di linea che ripartiva da Cala Reale alle 17!!! Così a malincuore siamo tornati al porto e con il battello siamo rientrati a Cala Reale dove questa volta ci siamo fermati e abbiamo potuto andare alla ricerca del simbolo dell'Asinara ... l'asino bianco!!!
E l'abbiamo trovato che girava tranquillo tra le vecchie costruzioni alla ricerca di un po' di ombra.





Ancora una sguardo allo spettacolo del mare attorno all'isola dell'Asinara e poi è ora di salire sul battello che facendo attenzione al faro, simbolo dell'isola, ci riporterà a Porto Torres ...




Dalla barca dopo un saluto a Cala Reale possiamo godere dello spettacolo del sole al tramonto ... ripensando alla vita dei carcerati e dei loro famigliari e di chi per lavoro era costretto a restare una vita lontano da tutti e da tutto ...


Giveaway per piccoli viaggiatori


Ciao a tutti e buon giovedì!!!
Alcuni giorni fa Mammagiramondo aveva anticipato una iniziativa per i giovani viaggiatori ed io ero curiosa di sapere cosa aveva in mente ... questa mattina ecco la sorpresa ... Mammagiramondo ha proposto un giveaway per i piccoli viaggiatori e a parte le bellissime immagini del suo piccolo giramondo ha messo in palio in collaborazione con la NewBabyBerry La nuova versione di Trunky ... un bellissimo trrolley cavalcabile per i piccoli viaggiatori ... una valigia molto capiente, ma facile da trasportare e soprattutto da cavalcare!!!

Correte a lasciare un commento sul blog di Mammagiramondo e scegliete quale Trunky preferite ... tigre o coccinella ... noi abbiamo scelto la tigre perchè per il nostro prossimo viaggio è sicuramente più adatta!!!


martedì 6 luglio 2010

Sardegna

Ciao a tutti!!!
La scorsa settimana siamo stati al mare e precisamente siamo stati in Sardegna, nel nord in un agriturismo, "Il Mirto", che si trova un po' all'interno, ma in una posizione strategica. Da lì infatti si potevano raggiungere facilmente le spiagge di Stintino, Alghero, Argentiera e Porto Ferro. Siamo stati fortunati e abbiamo trovato bel tempo anche se il mare non era caldissimo e dentro in acqua si vedevano poche persone, ma visti i colori è stato impossibile non tuffarsi!!!
Siamo partiti da Milano Malpensa venerdì sera, arrivati all'aeroporto di Alghero abbiamo preso la macchina che avevamo affittato e siamo andati all'agriturismo a dormire. La nostra vera vacanza è iniziata sabato mattina ... dopo la colazione siamo andati al mare ... volevamo riposarci!!!
Quale spiaggia scegliere??? Abbiamo deciso di andare all'Argentiera, una spiaggia di sassolini, con alle spalle dello splendido mare un piccolo borgo abitato sino a quarant'anni fa da minatori, infatti è ancora visibile la vecchia miniera d'argento.




Questo è il mare dell'Argentiera ... uno spettacolo!!! Sabato però era anche molto freddo, ma noi non abbiamo resistito e ci siamo tuffati!!!
Nel pomeriggio dopo che ci siamo riposati, scaldati e rinfrescati, abbiamo deciso che non potevamo stare ancora fermi nello stesso posto ... così in pochi minuti abbiamo raccolto le nostre cose e siamo partiti alla scoperta della Sardegna.

Il lago di Baratz

Il lago di Baratz si trova a pochi chilometri da Porto Ferro ed è l'unico lago naturale della Sardegna. Negli ultimi anni il lago di Baratz è stato rivalutato ed è diventato un oasi naturale dove è possibile ammirare tante varietà diverse di animali e di piante tipiche della macchia mediterranea. Noi abbiamo raggiunto il lago da uno dei tanti sentieri che portano sino alla riva e già lungo la strada ci siamo stupidi del silenzio che vi regnava ... un silenzio assoluto ... solo ogni tanto si sentiva il verso di alcuni uccelli!!!
Veramente uno spettacolo non solo per gli occhi, ma anche e soprattutto per le orecchie!!! Anche a noi è venuto spontaneo parlare a bassa voce, non volevamo disturbare gli animali!!!





... volavano intorno a noi tantissime libellule ...



... appollaiati in mezzo al lago due simpatici gabbiani ...




... lungo la strada abbiamo potuto ammirare anche i fiori dell'eucalipto ...



Sempre cercando di fare poco rumore ritorniamo verso la macchina e andiamo all'agriturismo dove possiamo anche cenare e mangiare cibi sardi ... il pecorino, la ricotta "mustia" ottenuta dal siero del latte di pecora e con un sapore caratteristico derivato dall'affumicatura, i ravioli dolci, i gnocchetti, ...

Nel giardino possiamo vedere i fiori del mirto e prima di finire la cena appare nel cielo una splendida luna rossa ... il cielo di Sardegna è uno spettacolo perchè soprattutto in campagna ci sono poche luci ed è quindi possibile ammirare le molteplici stelle che brillano lassù ...


Per questa sera è tutto, ma la nostra vacanza è durata una settimana!!! Siamo stati in spiaggi, ma abbiamo anche girato e visitato dei bellissimi luoghi!!!
Un abbraccio Patrizia

lunedì 5 luglio 2010

Un nuovo giveaway


Ciao a tutti e soprattutto buon lunedì!!!
Eccomi qui per un post veloce ... ieri tramite Manuela, amica del sal, ho scoperto il blog negozio di Lisa e come non partecipare al suo giveaway ... si hanno molte possibilità di vincita andate a vedere avete tempo fino alle ore 22 di martedì 13 luglio!!!


sabato 3 luglio 2010

Il libro del venerdì


Ciao a tutti!!!
Anche questa settimana sono in ritardo, ma questa volta ho una buona giustificazione ... sino ad ieri sera ero in vacanza e sì avevo dietro il computer, ma la connessione era un pochino lenta per non dire inesistente!!!
Delle vacanze vi parlerò dopo adesso voglio parlarvi del libro che ho scelto per questo venerdì ... anzi sabato ... è uno dei tanti libri che ho comprato su suggerimento di un'amica e collega di lavoro ... un giorno ho sentito che ne parlava con un'altra collega incuriosita ho preso nota del titolo e l'ho acquistato e per un po' lasciato lì per paura di quello che potevo leggere visto che parlava di persone disabili ... poi un bel giorno ho preso in mano il libro e in poche ore l'ho letto tutto tanto è bello e allo stesso tempo è così commovente da lasciarti senza parole!!! Leggendolo sono passata dal sorriso alle lacrime in una stessa pagina ... bhe il libro è "E li chiamano disabili" di Candido Cannavò che io conoscevo solo come giornalista sportivo, ma con questo libro ho potuto ammirare la sua bravura come scrittore e giornalista allo stesso tempo.

E' un libro con "sedici storie di uomini e donne che hanno avuto il coraggio della non- rassegnazione".



Dalla prefazione di Walter Veltroni:
"Perchè i personaggi, le storie, le parole di questo libro ci impongono il rispetto e l'attenzione verso chi, da una posizione differente e svantaggiata, ci dimostra di essere in grado di insegnarci volontà e forza vitale, quella forza che è in tutto e per tutto una risorsa preziosa per la nostra società, per la nostra consapevolezza di esser umani."

Dal libro:
"Ecco Simona, è già sulla soglia del portone. Maglioncino chiaro, pantaloni tipo jeans, agile, curiosa, soprattutto contenta: "Ti apro il cancello, ..." Simona è scalza. Sta azionando un telecomando con il piede destro, mentre mi invita a far manovra. Impeccabile.
Devo ancora entrare in casa e già prendo atto di una realtà: i piedi di Simona rappresentano, in tutto e per tutto, anche le sue mani."


Mi è proprio venuta voglia di rileggerlo ...


Ed ecco qua gli altri libri di questo venerdì: